certificarsi

CERTIFICAZIONE DELLE GUIDE DEL TURISMO DI AVVENTURA PER AMBITO SPECIFICO

La Certificazione è un sistema di valutazione della conformità strutturato sulla base di regole definite dalla norma ISO IEC 17024 che definisce le regole degli enti di certificazione delle persone. Un Ente di certificazione che opera in accordo alla Legge 4:2013 deve essere accreditato da Accredia (Ente unico di accreditamento italiano) che garantisce che l’Ente di Certificazione è adeguato a certificare le guide del turismo di avventura in accordo alla ISO 21102. La certificazione consiste in un esame basato sulle conoscenze e abilità definite all’interno della ISO 21102. Certificare un professionista non significa certificare le competenze, in Italia e in Europa è compito dello Stato certificarle. 

L’Ente di certificazione certifica una persona, un professionista e quindi verifica se il candidato è conforme a un documento normativo, in questo caso la ISO 21102. Trattandosi di un sistema di conferma di una professionalità, l’ente di certificazione prima di ammettere una persona all’esame deve verificare che abbia i requisiti per partecipare. L’Ente di certificazione, dovendo operare secondo i principi di indipendenza e imparzialità, non può erogare formazione o consulenza nell’ambito in cui certifica; gli esaminatori, ad esempio, non possono essere stati docenti dei candidati in precedenti attività formative.

Gli esaminatori sono tendenzialmente dei “pari” qualificati come esaminatori, ovvero sono professionisti che operano nell’ambito specifico, che sono riconosciuti in modo indiscutibile come esperti (ad esempio relatori della norma o persone già certificate) che verificano se il candidato rientra nel perimetro di conoscenze e abilità definite nella norma. L’esaminatore non ha come obiettivo verificare quanto ne sappia un candidato ma se è un professionista in grado di operare come definito nella ISO 21102; ecco perché fa parte del processo di valutazione anche l’analisi del curriculum e delle esperienze del candidato.

PERCHÈ CERTIFICARSI, QUALI VANTAGGI?

La certificazione è uno strumento di conferma di una professionalità. Il sistema di accesso a questo tipo di professione è, nella maggior parte dei casi, libera, quindi la certificazione non è un sistema di accesso al mondo del lavoro.

  • Piena conformità alla Legge 4:2013 professioni non organizzate in albi e ruoli (ove applicabile)
  • Sistema per dichiarare la propria professionalità in modo indipendente, non autoreferenziale
  • Iscrizione all’unico registro pubblico riconosciuto dalla Legge 4, il registro Accredia
  • Strumento di riduzione del rischio per il mercato e tutti gli stakeholder di riferimento grazie alla possibilità di una scelta consapevole
  • Elemento di possibile manleva rispetto al principio della “culpa in eligendo” (D.Lgs. 231) per il datore di lavoro, la propria organizzazione, il committente o il cliente
  • Elemento distintivo e caratterizzante sul mercato e per il mercato
  • Possibilità di partecipare a bandi pubblici o gare private ove sia previsto il requisito di certificazioni specifiche
  • Miglioramento della percezione lavorativa anche in termini di marketing persona, Personal Branding
  • Ego, principio di autostima, valorizzazione della propria personalità

CHI PUÒ CERTIFICARSI, REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE

La ISO 21102 è una norma generale per tutte le guide che operano nel turismo di avventura e sono richieste conoscenze, abilità e competenze anche tecniche specifiche per ogni settore o ambito del turismo di avventura.

Il modello identificato è quello di valorizzare le esperienze di ogni guida garantendo professionalità, il requisito della norma ISO 21102 è quello di dimostrare le competenze indicate al punto 6 della ISO 21102.

Si precisa che la certificazione non è un sistema di accesso al mondo del lavoro ma è uno strumento di valutazione della conformità atto a confermare una professionalità acquisita, quindi si può certificare solo chi è già un professionista che rispetta i requisiti di apprendimento definiti a seguire.

I requisiti di accesso all’esame di certificazione si identificano in 3 macro aree:

Apprendimento formale: TITOLO DI STUDIO

Per ambito professioni libere si richiede almeno titolo di scuola superiore EQF4, in caso di professione riservata, ad esempio Guida Alpina, attestato del corso professionalizzante.

Apprendimento non formale: COSRSI DI FORMAZIONE, SPECIALIZZAZIONE E AGGIORNAMENTO

Indicativamente almeno 42 ore di formazione teorico pratiche afferenti al punto 6 della norma ISO 21102.

Apprendimento informale: ESPERIENZA NEL RUOLO SPECIFICO

Almeno un anno di comprovata esperienza nel ruolo e nell’ambito specifico

COME CERTIFICARSI

Per certificarsi è necessario:

  • Compilare la domanda di certificazione
  • Fornire copia del documento di identità, del Curriculum Vitae datato e firmato ai sensi del GDPR e del D.Lgs 445
  • Attestazione di riserva di professione, come ad esempio nel caso delle Guide Alpine
  • Attestazione dell’associazione o delle associazioni per l’indentificazione degli ambiti specifici
  • Attestazioni di corsi ad evidenza del possesso dei crediti formativi richiesti
AMBITI DI CERTIFICAZIONE

Si riporta un elenco non esaustivo ma esemplificativo dei diversi ambiti che possono essere riportati nel certificato: 

ItalianoInglese
Ambito ambientale escursionisticoSpecific field Environmental hiking
Ambito torrentismo/canyoningSpecific field canyoning
Ambito cicloturisticoSpecific field cycletourism
Ambito cicloturistico in eBikeSpecific field cycletourism in eBike
Ambito fluvialeSpecific field riverine
Ambito equestre ambientaleSpecific field Environmental horse riding
Ambito raftingSpecific field rafting
Ambito campeggio nauticoSpecific field nautical camping
Ambito turismo in fuoristrada Auto/camionSpecific field (car/truck)
Ambito turismo in fuoristrada Moto/QuadSpecific field off-road (motorbike/quad)
*Ambito Guida alpina U.I.A.G.M.*Specific field U.I.A.G.M.
*Ambito Aspirante guida alpina* Specific field aspiring mountain guide
*Ambito Accompagnatore di media montagna U.I.M.L.A*Specific field I.M.L. – U.I.M.L.A
*Ambito Guida vulcanologica U.I.M.L.A*Specific field I.M.L. Vulcanic U.I.M.L.A
*Ambito Guida escursionistica naturalistica (AO)*Specific field nature hiking
Ambito parchi avventura/percorsi acrobaticiSpecific field Adventure park/Ropes courses/zip line
Ambito CampingSpecific field Camping
Ambito Caravan&CamperSpecific field Caravaning
Ambito pescaSpecific field Angling

*professione regolamentata quindi solo chi è già autorizzato può certificarsi su questo ambito

ESAMI DI CERTIFICAZIONE

L’esame per conseguire la certificazione è costituito da due parti:

  • Verifica dei requisiti e del curriculum vitae e degli ambiti specifici per cui si richiede la certificazione

Il candidato deve sottoporre all’Ente di certificazione la domanda di certificazione debitamente compilata indicando anche gli ambiti specifici in cui opera e rispetto i quali richiederà la certificazione. La domanda deve essere quindi corredata di un CV dettagliato e completo, datato, firmato e con specifica indicazione di liberatoria privacy ai sensi del GDPR e dichiarazione ai sensi dell’art.46&76 del Dlgs 445 ove si dichiara che quanto dichiarato corrisponde al vero. Dovranno essere anche allegati attestazioni dei crediti formativi, quindi di corsi condotti negli ultimi 24 mesi con chiara indicazione delle ore e della tipologia di corso o dei corsi. Sarà necessario anche fornire dichiarazione della Associazione di appartenenza o dell’albo (per le Guide Alpine basta l’iscrizione al registro) rispetto competenza specifica in uno o più ambiti specifici richiesti.

  • Esame di certificazione basato su due prove: una scritta di 60 domande a risposta multipla di cui una sola veritiera e se si supera con un punteggio pari o superiore al 70 % si accede alla prova orale centrata sulla verifica del CV e delle esperienze condotte e su alcuni elementi di abilità

Se l’esame viene superato, viene fornito un certificato in formato PDF con gli ambiti di competenze ed il proprio nominativo viene inserito nel registro pubblico di Accredia, unico valido ai sensi della Legge 4:2013-

certificato latic
Professionisti già iscritti
0

COSTI DI CERTIFICAZIONE

I costi della certificazione delle persone sono definite dall’Ente di certificazione. La Confederazione ha identificato l’unico Ente di certificazione accreditato come partner e ha contrattato una tariffa convenzionata per i propri soci e associati che accorda uno sconto del 50 % dei costi di certificazione. Tale tariffario è pubblico e scaricabile da questo sito o direttamente dal sito dell’Ente di Certificazione.

Il costo della certificazione è costituito da un costo di prima certificazione suddiviso in due parti, una relativa alla verifica di ammissibilità all’esame e uno di esame. Ottenuta la certificazione vi è poi un costo di mantenimento annuale basato sul continuo esercizio della professione, l’aggiornamento professionale e la corretta gestione o assenza di reclami da parte dei clienti.

ENTRA ANCHE TU NEL NOSTRO MONDO!

arArabic